Notiziario Parrocchiale del 4 novembre 2018 – Anno XVII – numero 9

RICORDIAMO ALCUNI APPUNTAMENTI FISSI NELLA NOSTRA PARROCCHIA

  • Ogni martedì finita la Messa delle 19 in cripta le Carmelitane Messaggere dello Spirito Santo dalle 19,30 alle 20.15 tengono una meditazione per preparare alla liturgia della Parola della domenica successiva. Un appuntamento che si ripete da più di un anno costantemente.
  • Ogni giovedì dopo la Messa delle 19 adoriamo il Santissimo Sacramento con un’animazione in genere affidata il I giovedì a don Bart con l’ausilio del gruppo Cantiamo a Maria (in chiesa grande), il II giovedì a don Paolo, il III giovedì a don Gianni con l’ausilio delle Carmelitane, il IV giovedì a don Giacomo con l’ausilio delle consacrate di Palavra Viva (il II, III e IV giovedì in cripta).
  • Ogni I venerdì del mese la Messa feriale viene celebrata in chiesa grande e animata dal gruppo Cantiamo a Maria. Anche in questa occasione mensile segue l’adorazione eucaristica animata.
  • Ogni venerdì alle 15 in cripta viene recitata la Coroncina alla Divina Misericordia e il Rosario con i misteri dolorosi, dinanzi al Santissimo Sacramento.
  • Questi appuntamenti di preghiera comune ci ricordano che la parrocchia non è una ONLUS erogatrice di servizi ma è anzitutto una comunità di preghiera e di ascolto di Dio.

RICORDIAMO ANCORA

  • che è attivato un corso di Cresima per gli adulti di 14 incontri che partirà più meno a fine novembre il mercoledì dalle 19.30 alle 20.30. Scrivere per questo a don Paolo p.tammi@tiscali.it. Ci sono già alcuni iscritti, attendiamo di partire;
  • anche quest’anno cerchiamo di attivare un gruppo di adolescenti (che abbiano compiuto almeno 15 anni) per prepararli alla Cresima. La preparazione durerà un anno cioè circa 23/24 incontri e a settembre ci sarà la Cresima. Il giorno è da definire, l’orario sarà 19.30/20.30. Scrivere per favore a p.tammi@tiscali.it;
  • che è attiva l’iscrizione al corso dei fidanzati che come ogni anno si terrà verso primavera in queste date SABATO 9 MARZO ORE 17, DOMENICA 10 MARZO, SABATO 16 MARZO, DOMENICA 17 MARZO, SABATO 23 MARZO (sempre alle ore 17). Per concludersi SABATO 30 – DOMENICA 31 MARZO WEEK END E RITIRO (dalle 15 alle 15). Ci si iscrive scrivendo a don Paolo alla sua mail p.tammi@tiscali.it.

RITIRO SPIRITUALE PER TUTTI
Sabato prossimo 10 novembre nella nostra parrocchia avrà luogo il ritiro spirituale organizzato dalla comunità polacca che vive a Roma e tenuto da don Jacek (Giacinto) Skowronski, predicatore, carismatico e propagatore in Polonia della novena alla Madonna di Pompei. Il ritiro si svolgerà in due blocchi (ogni blocco contiene due sessioni): dalle 10 alle 14 e dalle 16 fino alle 21. Il tema del ritiro è “Siamo eredi del Regno di Dio”. Tutti possono partecipare. I luoghi del ritiro saranno la chiesa parrocchiale e la sala san Pietro. Durante l’interruzione ovviamente si può tornare a casa per chi abita nel quartiere. Il predicatore parlerà in lingua polacca ma sarà assicurata la traduzione simultanea.

BANCARELLA MISSIONARIA: CHIUSURA DELLA RACCOLTA OGGETTI
Dal 10 novembre sabato non si potranno più portare oggetti per la mostra missionaria. Ringraziamo tutti quelli che hanno contribuito con generosità ma le cose portate dopo il 10 purtroppo saranno restituite.

LETTURA DA MEDITARE
Sul retro abbiamo riportato un testo geniale di Tommaso Scandroglio, che insegna Etica e Bioetica all’Università Europea di Roma e che ha pubblicato una meditazione che, se letta con attenzione della mente e del cuore, si rivela per davvero di un’attualità sconcertante. Leggiamola attentamente.


Io ho visto cose che voi anime belle non potreste immaginarvi.
Ho visto uomini di Chiesa stringere patti con Pilato. Ho visto Pilato lavarsi le mani perché lorde di sangue innocente. Ho visto il lupo invitare a pranzo la pecora e mangiare carne d’agnello. Ho visto preti crocifiggere cristiani per paura di essere crocifissi dai senza Dio. Ho visto credenti molestati da chi non crede più e violentati per essere convertiti al loro religioso ateismo. Ho visto cattolici arricchirsi con trenta denari alla volta. Ho visto cattolici adulti che sono infanti da svezzare con il latte della verità. Ho visto abortisti nella accademie per la vita e difensori della vita nelle carceri. Ho visto bimbi geneticamente modificati e pomodori bio. Ho visto provette generare vite e sentenze generare morte.
Ho visto pillole per non avere bambini, pillole per averli e pillole per disfarsene.
Ho visto due maschi accoppiarsi e volere un bambino. Ho visto il sesso senza figli e i figli senza sesso. Ho visto la misericordia senza giustizia prostituirsi per pochi soldi. Ho visto discernere caso per caso e così per caso il male diventare bene. Ho visto divorziati risposati comunicarsi e fedeli in ginocchio senza comunione. Ho visto uomini che si credevano donne, donne che si credevano uomini e ministri dell’istruzione che si credevano laureati. Ho visto la desertificazione, lo scioglimento dei ghiacciai e il buco nell’ozono solo negli occhi degli adoratori dell’utopia. Ho visto la Chiesa preoccupata dei cambiamenti climatici, ma non dai cambiamenti scismatici. Ho visto uomini sudare d’estate e rabbrividire d’inverno ed essere derisi dagli ambientalisti.
Ho visto un bambino che vuole diventare un astronauta e una bambina principessa, una mamma partorire e una coppia amarsi per 50 anni e i pazzi darmi del pazzo. Ho visto gettare ponti per i lontani ed i vicini dormire sotto quei ponti. Ho visto il sacrificio dell’altare trasformarsi in una festa e chiese in ristoranti. Ho visto schiere di uomini ascoltare in chiesa gli ambasciatori di morte e chiese vuote quando a parlare c’era il Santissimo. Ho visto il Verbo che si è fatto carta e teologi aver fede nel dubbio. Ho visto due papi, molte dottrine ed una sola grande confusione. Ho visto politici cattolici votare secondo coscienza con la coscienza sporca. Ho visto la giustizia, dea bendata, giudicare alla cieca perché accecata dal fanatismo. Ho visto la legge non saper leggere la realtà.
Ho visto la libertà di parola togliere la parola a molti. Ho visto gli “ismi” del secolo scorso diventare diritti incivili. Ho visto la tolleranza mutarsi in clava e l’accoglienza in un setaccio dalla trama fine. Ho visto “il torto dell’oppressore, la contumelia dell’uomo superbo, gli spasimi dell’amore disprezzato, il ritardo della legge, l’insolenza delle cariche ufficiali e il disprezzo che il merito paziente riceve dagli indegni”. Ho visto la boria e la tracotanza dei dotti “confusi nei pensieri dei loro cuori”. Ho visto la stupidità che è inconsapevole di essere stupida.
Ho visto la speranza dei ragazzi non spingersi oltre l’orizzonte ed adulti piangere per loro perché non sanno nemmeno di essere tristi. Ho visto insegnanti mettere una bomba a mano sul cuore degli studenti perché la speranza di restituirli ad una vita pensante è l’ultima a morire. Ho visto arazzi di preghiere intrecciati con i fili del rosario splendere sulle bocche degli anziani. Ho visto padri e madri dall’alba al tramonto sudare, pregare e sperare per i figli e non accorgersi di essere santi. Ho visto sacerdoti sconosciuti al mondo, ma ben noti a Dio.
Ho visto la Chiesa sfolgorante nelle sue vesti immacolate e sgualcite.
Io ho visto cose che voi anime belle non potreste immaginarvi.

(Il testo è di Tommaso Scandroglio, le evidenziature di don Paolo)


Domenica 11 novembre, XXXII Domenica del Tempo Ordinario:
L1: 1 Re 17,10-16 | Salmo 145 | L2: Ebrei 9,24-28 | Vangelo: Marco 12,38-44


Scarica il notiziario in formato PDF:  pdf2

2018-11-01T19:25:08+02:00 02 Novembre 2018|