Notiziario Parrocchiale del 29 settembre 2019 – Anno XVIII, numero 4

Roma, 27 settembre 2019

Saluto e ringraziamento di Don Andrea

Io vengo qui da un quartiere di Roma che ha visto la mia infanzia, la mia adolescenza e fino ai ventisette anni anche la mia giovinezza, il quartiere Prati, che ha tanti collegamenti ed assonanze con la Balduina.
Conosco questo quartiere, dunque, per la sua antica storia, per il suo essere popoloso ed operoso e per la tradizione viva del cristianesimo che ho potuto constatare fin dal primissimo incontro con questa Comunità. Si legge da subito la potenza del Signore Risorto, nella fede e nello slancio: è una grande Parrocchia.
Il modo con cui mi avete accolto in questi giorni, con i vostri “benvenuto” con i vostri sorrisi e strette di mano, mi hanno fatto constatare la speranza e la carità che sono in voi, per essere sempre più fari di fraternità per tutti coloro che non sanno a chi appoggiarsi e che potranno trovare in voi e nella Parrocchia un porto sicuro.
Quando il Cardinale mi ha comunicato che sarei venuto come Parroco a San Pio X una domanda dentro di me si è imposta in maniera prepotente: perché? Poi nel tempo maturato dallo Spirito ho capito che forse la domanda giusta era: per Chi? Per Chi vengo a San Pio X?
Prima di tutto per servire il Signore, e se il Progetto è nella verità di Dio, porterà dei frutti insperati e realizzerà l’oggi della salvezza, che è la forma concreta della presenza provvidente di Dio nella nostra vita.
E poi per tutti i parrocchiani, vicini e lontani, giovani e anziani, credenti e non credenti a cui portare la Parola di Dio, a cui amministrare i Sacramenti di salvezza, con i quali vivere la comunione di Amore sul territorio, che solo Dio sa donare.
Ecco dunque il primo sentimento con il quale vengo a voi: gioia e gratitudine perché mi è dato di partecipare alla ricchezza di questa Parrocchia e di cantare insieme il desiderio di Dio.
Grazie Eminenza, intimamente legato a Cristo Buon Pastore, sei stato come sempre strumento privilegiato e docile dello Spirito di Dio. Hai pensato a quanto per me fosse importante vivere il sacerdozio in una realtà pastorale come questa; grazie per come mi segui, con paterna attenzione, nel mio cammino di crescita presbiterale.
Grazie don Paolo che hai guidato questa Comunità per lunghi anni, rimpianto dai parrocchiani che hanno trovato in te un tratto signorile e fermo, e che mi hai presentato da subito con parole belle che più che lusingarmi mi hanno incoraggiato. Un vero Padre non si dimentica mai e questo è quello che credo accadrà per te in questa Parrocchia.
Grazie a don Gianni, vice parroco amato da tutti voi, a don Bart e a don Giacomo; mi avete accolto con grande rispetto e con grande docilità mi state insegnando a muovere i primi passi in questa realtà pastorale.
Un grazie particolare ai sacerdoti qui presenti che con un gesto di vera fraternità hanno voluto accompagnarmi e celebrare l’Eucarestia in un momento per me così importante.
Grazie agli amici di Cristo ed in Cristo che siete presenti a diverso titolo qui questa sera. In modo assolutamente particolare ringrazio la rappresentanza dei parrocchiani della Parrocchia di San Tommaso Moro, che ho provato a generare nella fede nel servizio di nove bellissimi anni di Parroco: le strade della vita se si sono incrociate non s’interrompono, anzi quando sembra che si allontanino, convergono in obiettivi comuni.
Grazie alla Comunità parrocchiale di San Pio X, a voi tutti che mi avete accolto calorosamente, pronti a cambiare Pastore, in una sana discontinuità e mi auguro, una speranza che si fa certezza, ad aprirvi all’inedito di Dio, scritto nel cuore di ciascuno, ma solo da Lui conosciuto.
Affidiamoci al Signore, in quella sproporzione del segno, più volta sperimentata, che ci fa dire che è sempre di più quello che riceviamo, piuttosto che quello che diamo.
Cosa mi attendo? Attendo comprensione, capacità d’interpretare benevolmente, nonostante i miei limiti, ciò che uno fa, di attendere prima di dare giudizi e nel caso perdonare e comprendere. Così si cresce insieme.
Sono consapevole di entrare in una “terra sacra”, e come Mosè di dovermi togliere i sandali, la terra sacra siete voi e il Mistero di Dio ci avvolge. Diamo a questo Mistero, corpo e anima, credo che sia ciò che ci chiede il Signore in questo momento, come ha fatto Maria che ha accolto il Mistero, per cantare insieme il Magnificat e dire con lei: “grandi cose ha fatto il Signore per noi”.
Che lo stesso Signore continui a benedirci sul cammino della vita e vi ricompensi per tutto il bene che mi avete fatto.
don Andrea

SEGRETERIA
La segreteria parrocchiale riprende la sua consueta attività nei locali propri, rinnovati e pronti per ricevervi ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

GRUPPO GIOVANISSIMI
Martedì scorso alle ore 19 abbiamo dato avvio al nuovo gruppo Giovanissimi (ragazzi di III media e I superiore). Tutti cresimati hanno partecipato a questo nuovo percorso e siamo pronti ad accogliere tutti coloro che vorranno parteciparvi. Le riunioni saranno martedì alle ore 19.

INCONTRI DI PREGHIERA DI QUESTA SETTIMANA

  • Primo giovedì (3/10)
    Messa in chiesa grande alle 19 animata dal gruppo Cantiamo a Maria, e a seguire Adorazione Eucaristica.
  • Primo venerdì (4/10)
    Messa in chiesa grande alle 19 animata dal gruppo del Rinnovamento Carismatico Vigna Deliziosa, e a seguire Adorazione Eucaristica.
  • Primo sabato (5/10)
    Messa presso la Chiesa Santa Maria del Rosario delle suore domenicane (via Cadlolo 51) alle ore 16 animata dal gruppo Rosario nelle famiglie. A seguire Adorazione Eucaristica con la recita del Rosario.

GRUPPO DI PREGHIERA DI PADRE PIO

Venerdì 4 ottobre riprenderanno le riunioni del Gruppo di Preghiera di Padre Pio, che si riunirà ogni primo venerdì del mese alle ore 16:30 – Assistente Spirituale Don Luis Alves Carneiro.    

2019-09-30T12:55:36+02:00 28 Settembre 2019|