La conclusione di un lavoro di ristrutturazione suscita in noi sentimenti di gratitudine e di speranza. Come dice il salmo: Se il Signore non costruisce la casa, invano faticano i costruttori.
Anche noi in qualche modo diventiamo cooperatori di Dio, ogni volta che in spirito di servizio veniamo incontro alle necessità del prossimo o della comunità.

L’aiuto del Signore ci ha condotti a felice compimento dell’opera intrapresa, ha protetto i lavoratori e li ha preservati da ogni pericolo.Abbiamo voluto rendere la nostra Cripta più accogliente, più sicura, maggiormente adatta alle necessità della Comunità con particolare riguardo ai più anziani. L’idea di ristrutturarla da parte del Parroco è stata accolta con grande consenso da parte dei parrocchiani nel corso dell’Assemblea di Dicembre 2019.

Oggi i lavori sono conclusi, la Cripta è stata resa più luminosa per far splendere la presenza del Signore sulla piazza, più trasparente per riconoscere da tanti punti il Signore in mezzo a noi, più dignitosa per ricordare sempre la regalità di Cristo, più accessibile per consentire a chiunque di andare incontro al Signore senza ostacoli materiali.


Ecco il filmato