Lunedì – Sant’Andrea

Lunedì – Sant’Andrea

Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, mentre camminava lungo il mare di Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedèo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono (Mt 4,18-22).

Il Vangelo per la festa di Sant’ Andrea mette al centro della Parola il tema della Chiamata. Il protagonista è Gesù che ci viene a cercare per farci suoi discepoli, ci chiama così come siamo senza porre prerequisiti. Ci sceglie.
Dall’altro lato ci siamo noi che per seguirlo dobbiamo osare e lasciare le “reti” cioè tutto ciò che ci lega alla nostra vita ordinaria, tutte le abitudini, le ansie, gli attaccamenti alle cose e alle persone.
Cosa fanno Pietro, Andrea, Giacomo e Giovanni? Lasciano tutto e seguono Gesù subito. Il “subito” fa la differenza. Scatta la fiducia piena in Gesù e la voglia di coinvolgimento nel progetto di diventare pescatori di uomini.
I primi apostoli ci mostrano che la risposta è semplice. La nostra risposta quindi deve lasciare da parte il giudizio degli altri, i sensi di colpa, l’autoreferenzialità, e allo stesso tempo deve poter contare sulla forza interiore e l’apertura di cuore per rispondere all’invito di Gesù che ci chiama a vivere una profonda amicizia con Lui.
Il resto lo fa lo Spirito che tutte le volte che ci abbandoniamo alla volontà del Padre e camminiamo accanto a Gesù ci fa vedere con occhi nuovi la nostra vita e quello che sta intorno a noi.
Maria Antonietta

Data

Nov 30 2020
Expired!

Ora

All Day
Categoria
Torna in cima